questi i principali sistemi per la gestione della lettura e della codifica di tessere e etichette e le relative tecnologie. 

 dispositivi lettura tessere etichette

I lettori e scrittori di banda magnetica


I lettori di leggere la banda magnetica e di riportare i dati su programmi che ne interpretano i dati.
I lettori scrittori a banda magnetica, oltre a leggere la banda magnetica, possono scrivere per la prima volta o sovrascrivere sulla banda magnetica tramite un software di codifica.lettore di tessere

Funzionamento:
La banda magnetica, molto simile alla (Cassetta Tape) la vecchia cassetta audio, il nastro è composta da tantissime particelle magnetiche di resina, dove saranno essere memorizzati dati.

Le bande magnetiche HiCo (da High Coercivity, alta coercività) offrono un livello più alto di sicurezza contro i danni che possono essere causati da campi magnetici esterni. Si trovano sia a 4000 Oe che a 2750 Oe.
Le bande magnetiche LoCo (da Low Coercivity, bassa coercività) sono meno resistenti ai campi magnetici, ma hanno il vantaggio di essere un leggermente meno costose.

La scrittura puo avvenire su tre distinte tracce e con due tipologie di nastro: banda magnetica LoCo o banda magnetica HiCo

Specifiche delle tracce contenute sulla banda magnetica:
-Traccia 1 (zona alta) - 79 caratteri alfa-numerici - densità di codifica: 210 bpi
-Traccia 2 (zona media) - 40 caratteri numerici - densità di codifica: 75 bpi
-Traccia 3 (zona bassa) - 107 caratteri numerici - densità di codifica: 210 bpi

Normative ISO 7810, 7811 e 7813
ISO Magnetic Stripe Card Standards
La maggior parte delle card magnetiche usate in the UK, Europe e USA seguono queste normative ISO.

N.B. è indispensabile conoscerte la tipologia di lettura LoCo o HiCo per potere abbinare la tessera al tipo di lettore o lettore/scrittore

 

 


 

Dispositivi di scrittura e/o lettura SMART CARD


CODIFICA CHIP CARD – SMART CARDmanhattan lettore smart card
Un chip è una memoria, un piccolo hard disk portatile.
Il tipo di tecnologia e la quantità di informazioni contenute variano a seconda del tipo di utilizzo.

La codifica delle chip card consiste principalmente nelle seguenti operazioni:
– cambio del codice PIN, sia fisso per tutte le card, che variabile card per card a seconda del database fornito.
– codifica di settori della ben specifici della card sia scrivendo i dati in formato ASCII che in formato esadecimale.
La codifica dei dati può essere fatta anche pescando i dati da codificare da un database.
– read back dei dati già presenti all’interno della card e scrittura di essi sia sulla card che nello specifico record del database.

Le smart card possono essere classificate in base a diversi criteri:
• sulla base delle potenzialità e delle caratteristiche del microchip, si distinguono smart card a sola
memoria (Memory Card) e smart card a microprocessore (Microprocessor Card);
• sulla base del tipo di interfaccia di collegamento, si distinguono smart card con contattiera
(Contact), smart card con antenna (Contacless Card) e smart card con antenna e contattiera (Dual
Interface Card).


Dispositivi di lettura e codifica RFID

I lettori RFID, permettono di leggere le tessere RFID o contactless (oltre a bracciali e portachiavi RFID) e di riportare i dati sui programmi che ne fanno uso.
I lettori/scrittori RFID leggono quello che è i dati salvati sull’RFID e possono scrivere o sovrascrivere sulla tessera RFID, sul bracciale RFID o sul portachiavi RFID tramite un software di codifica.

Codifica RFID – Contactless card qui di seguito riportiamo le 3 famiglie principali:

- HF o alta frequenza: 13,56 Mhz
- LF o bassa frequenza: 125 khz
- UHF o Ultra alta frequenza 800 Mhz

lettore tessere

Per quanto riguarda i transponder passivi, possono essere di sola lettura (mod. unique sokymat), oppure r/w 125khz e 13,56 Mhz hanno la possibilità di essere scritti su una memoria che 

puo' ricevere e trasmettere dati, con lettura ad una distanza 3-10/20 centimetri,per questo sta avendo un successo enorme in tutto il mondo, negli accessi degli alberghi, o in generale nel pre o posst paymant, le carte sono disponibili come portachiavi, chiodi, formato carta di credito, ampolline di vetro da inserire ad esempio sotto la cute degli animali.

Il tipo di tecnologia e la quantità di informazioni contenute variano a seconda del tipo di utilizzo.

La codifica Rfid contactless Card consiste principalmente nelle seguenti operazioni:

– cambio dei codici costruttori e delle chiavi A e B, e cambio delle condizioni di accesso.

– Lettura del codice UID della card (Unique identifier) e scrittura dello stesso nel record del database corrispondente. Scrittura del codice all’esterno della card.

– Codifica di settori della ben specifici della card sia scrivendo i dati in formato ASCII che in formato esadecimale. Scrittura dei dati attingendo da database CSV, Excel, Access, SQL, Oracle etc.

Lettura del barcode

Esiste la possibilità di leggere e scrivere codici a barre: QR Code o Codice a barre 2Dlettore barcode

Il QR CODE – Codice a barre 2D, è stato sviluppato e rilasciato nel 1994 dall’azienda giapponese Denso Wave con l’obiettivo di essere interpretato con facilità e soprattutto divulgato.
Infatti questo codice può essere letto, oltre che da un lettore di codici QR, anche dalle applicazioni scanner smartphone QR.

Il QR Code permette di accedere a tantissimi contenuti e informazioni che arrivano da internet direttamente sullo schermo del telefonino, ovviamente dopo l’installazione dell’apposito software.

I codici QR possono memorizzare fino a un massimo di 4.296 caratteri alfanumerici, 7.089 caratteri numerici.

Per la lettura dei codici a barre è sufficiente un apposito lettore di barcode QR CODE.
per la stampa normalmente vengono utilizzate delle stampanti termiche o laser


 
 

Ti ptrebbe anche interessare:

Nastri Ribbon
 
Etichette Adesive
 
tessere accessori

RFID